Ritrovata l’auto utilizzata per i furti


Rubata ad Avellino a febbraio è stata abbandonata in via Adamo con all’interno la borsa di un noto medico di Manocalzati derubato alcuni giorni prima

Un’auto rubata ed utilizzata per effettuare diversi furti in provincia è stata ritrovata, la scorsa settimana, nel piazzale antistante il civico 1 di via Nicola Adamo. Alcuni condomini, insospettiti dal fatto che la vettura fosse parcheggiata da alcuni giorni sempre nello stesso punto, fra l’altro impedendo l’accesso ad un percorso pedonale, hanno avvertito i Vigili urbani.

Il vicecomandante Picone ed il maresciallo D’Agostino, coadiuvati da una pattuglia dei Carabinieri di Atripalda, si sono portati sul posto e attraverso il numero di targa dell’auto, una Volkswagen Golf del 2001, hanno costatato che risultava rubata ad Avellino il 21 febbraio scorso e che il furto era stato regolarmente denunciato dal proprietario, il titolare di una pasticceria del capoluogo.

La scoperta, però, più interessante è stata fatta più tardi, quando è stato possibile, grazie alle chiavi del proprietario, ispezionare l’abitacolo della vettura. Gli agenti, infatti, hanno ritrovato sul sedile posteriore una borsa contenente diversi attrezzi da medico come uno stetoscopio ed un misuratore di pressione. Dopo alcune ricerche la borsa è risultata appartenere ad un noto odontostomatologo (chirurgo del cavo orale) di Manocalzati che, alcuni giorni prima, aveva denunciato un furto. Ignoti, infatti, avevano sottratto dal garage di casa dello specialista alcune casse di vino pregiato, un compressore di aria e altra merce, fra cui anche la borsa di riserva che non utilizzava da diverso tempo.

Dall’esito delle prime indagini risulta che l’auto sia stata utilizzata da una banda di ladri per effettuare una serie di furti nell’hinterland, successivamente abbandonata ad Atripalda chiusa con le chiavi, evidentemente lasciate distrattamente dal proprietario inserite nel cruscotto prima che gli venisse rubata.



0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments