Tre giovani atripaldesi volano oggi negli Stati Uniti per il raduno mondiale degli Scout


Aishling Divito, Andrea Tarantino e Francesco Strumolo fanno parte del contingente italiano presente al “World Scout Jamboree” in West Virginia

Da sinistra: Aishling Divito, Francesco Strumolo e Andrea Tarantino

Saranno presenti anche tre ragazzi del gruppo “Agesci di Atripalda” al 24° “World Scout Jamboree”, il raduno mondiale degli “esploratori” che si apre domani, 22 luglio, in West Virginia.

Aishling Divito, Andrea Tarantino e Francesco Strumolo sono in partenza proprio questa mattina dall’aeroporto di Napoli per unirsi agli altri 747 “ambasciatori” del Contingente Italiano presenti ad un raduno che si annuncia con numeri da record. Sono attesi, infatti, oltre 45.000 scout, di cui solo un quarto arriverà dai paesi organizzatori (USA, Canada e Messico), mentre ben il 60% ha dovuto richiedere il visto per alloggiare sul suolo americano. Il tema è “Sblocca un nuovo mondo”, ovvero un invito a superare le proprie insicurezze ed aprirsi quindi a nuove possibilità.

Francesco Strumolo e Andrea Tarantino all’aeroporto di Napoli questa mattina.

Il “Jamboree 2019” si terrà fino al 2 agosto presso il Summit Bechtel Family National Scout Reserve (un parco nazionale di 4mila ettari di proprietà dei Boy Scout of America di attraversato dal fiume New River).

Gli scout partecipanti potranno mettersi alla prova con tante prove fisiche, tra cui affrontare il fiume New River, percorsi aerei davvero mozzafiato e tanto altro. Infine verranno allestite quattro aree principali: North American Dream, dove scoprire i paesi ospitanti (USA, Canada e Messico), i loro valori e la loro cultura; Faith and Beliefs, dove esplorare la spiritualità in moltissimi paesi e religioni del nostro mondo; Better World, in cui stupirsi del cambiamento che un movimento come lo scoutismo sta provocando sul pianeta con progetti locali e network internazionali; Living in the 21st Century, dove interrogarsi sul nostro presente e prossimo futuro attraverso diverse tematiche come il lavoro. Qui inoltre sarà possibile stampare in 3D, testare giochi in VR (realtà virtuale), pilotare droni e programmare robot.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code