Fiume, lavori completati entro giugno


Ancora pochi mesi e la riqualificazione dell’alveo del Sabato sarà terminata. Per la passerella ciclopedonale in via Gramsci si attende solo l’ok del Genio Civile

Con ogni probabilità verranno rispettati i tempi fissati per la conclusione dei lavori di rinaturalizzazione dell’alveo del fiume Sabato: entro il mese di marzo gli operai dovrebbero cessare le attività e consegnare così alla città un tratto fluviale dal profilo completamente rinnovato e soprattutto più sicuro. I lavori – interamente finanziati dalla Provincia ed appaltati all’Ati “Capaldo Costruzioni srl – Zeus International Costruzioni sas” per un importo complessivo di 2.332.776,69 euro – sarebbero dovuti terminare entro la primavera 2020 e secondo gli addetti ai lavori i tempi saranno rispettati (non è escluso, però, che la ditta chiederà una proroga contrattuale fino a giugno).

Buone notizie per la realizzazione della passerella ciclo-pedonale fra via Gramsci e parco Rubicondo: Negli scorsi mesi il Genio Civile aveva bloccato ogni operazione a riguardo poiché nel progetto mancava la “verifica idraulica della portata di massima piena con tempo di ritorno a 200 anni”, così come confermato anche dal sindaco Giuseppe Spagnuolo durante un’intervista rilasciata al nostro giornale. Successivamente il progetto è stato integrato e si attende l’ok definitivo del Genio Civile che dovrebbe arrivare a breve.

Cosa manca: Completati i lavori di demolizione dell’alveo e del canalone laterale, a mancare sono gli interventi “non rumorosi”: il rivestimento di una parte delle pareti (in pietra bianca), gli sbalzi (grazie ai quali si realizzerà una suggestiva passeggiata fra via Fiume e via Gramsci), le ringhiere e l’installazione dei corpi illuminanti.

In definitiva entro l’estate potremmo godere del “nuovo” fiume Sabato: L’intervento, oltre a ridurre fortemente il rischio di esondazioni grazie all’abbassamento della quota fluviale, favorirà anche la “riscoperta” di un tratto cittadino spesso abbandonato. I cittadini, infatti, sperano di poter presto passeggiare sui grandi sbalzi laterali e non limitare così le “chiacchiere” soltanto alla piazza. In questo modo il Sabato diventerebbe per Atripalda nuovamente un importante tratto caratteristico.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code