«Via San Giacomo, verifiche in corso»


A confronto con il primo cittadino su: alloggi “abusivi”, Imu strutture abbandonate, murale cancellato

Il Genio civile ha avviato più di nove mesi fa un accertamento sulla realizzazione “abusiva” di fabbricati costruiti su area demaniale del corso d’acqua “Fosso Orto dei Preti”: quali rischi corrono i proprietari dei suddetti fabbricati (fra i quali c’è anche il Comune); quali sono i costi che dovranno essere sostenuti e da chi per sanare la situazione; quali sono le iniziative che l’Amministrazione sta intraprendendo per garantire e tutelare coloro i quali hanno acquistato gli appartamenti dal Comune?

Da accertamenti del Genio Civile è emerso che la costruzione di tre edifici residenziali in Via San Giacomo, autorizzati negli anni dal 1977 al 1985, interessò, in misura minima rispetto all’estensione dell’intero fondo, il fosso denominato “Orto dei Preti”, che risulta di proprietà demaniale ma non iscritto nell’elenco delle acque pubbliche. Il Genio Civile ha pertanto avviato un procedimento verso i proprietari delle unità immobiliari contestando le irregolarità riscontrate.

Il Comune è proprietario di alcuni appartamenti in questi edifici, ed altri li ha alienati in passato, e sta pertanto avviando l’esecuzione di attività tecniche ed amministrative necessarie a sanare la situazione, dovendo giungere alla sdemanializzazione dell’area demaniale interessata.

E’ prioritario in questo momento svolgere le attività relative alla conoscenza dello stato dei luoghi, a verifiche idrauliche dell’area, ed alla ricostruzione storica di quanto accaduto, per quanto possibile; da qui si conosceranno meglio i costi e si avranno maggiori elementi anche in relazione a chi sarà tenuto a sostenerli.

In base all’art. 11 del Regolamento comunale Imu i proprietari dei fabbricati inagibili sono tenuti al versamento dell’Imu in misura ridotta al 50%: puoi dirci se i versamenti vengono regolarmente effettuati, in particolare, per l’ex distretto sanitario di via Tiratore, per l’ex cinema Ideal e per l’ex consorzio agrario di via Pianodardine? Ed eventualmente a quanto ammonta annualmente il relativo gettito Imu? Ed esistono anche altri casi?

Per le strutture da Lei elencate risulta versata regolarmente l’IMU, e soltanto per una di queste viene applicata la riduzione al 50% relativa ai fabbricati inagibili; per queste sole tre strutture vengono versati complessivamente più di 90.000,00 euro annui di IMU. Vi sono circa altri trenta edifici, di dimensioni inferiori, che versano l’IMU con l’applicazione della riduzione del 50%.

La parte di murale disegnata dagli alunni lungo una porzione perimetrale di parco delle acacie è stata cancellata e sostituita dalla prosecuzione del lavoro dell’artista incaricato: per quale ragione? e gli alunni coinvolti ne erano consapevoli?

Il murale realizzato sul muro perimetrale di parco della acacie è stato apprezzatissimo, sia come iniziativa che come resa finale. Probabilmente si è scelto di dare continuità grafica ed artistica ad un’opera di eccellente livello.

Il coinvolgimento degli alunni è stato un ulteriore elemento qualificante dell’iniziativa, finalizzato alla conoscenza ed alla familiarizzazione con questa forma artistica. Non le so dire se i ragazzi avessero piena consapevolezza dell’esito dei loro disegni, so però che questa iniziativa continuerà in altri punti del parco, su superfici di dimensioni più ridotte in cui si ha intenzione di dedicare dei riquadri esclusivamente alle produzioni dei ragazzi, dei quali si è registrato l’entusiasmo e l’interesse per la realizzazione di murales.

Qual è la “buona notizia” della settimana?

Tra le tante iniziative tenutesi in settimana, e soprattutto domenica scorsa, credo che la buona notizia sia da scegliersi tra la giornata dedicata alla prevenzione medica, che ha visto molti professionisti prestare la loro opera gratuitamente e con ottimo riscontro da parte degli atripaldesi, e la terza edizione del premio Pasquale Campanello, organizzato dal presidio atripaldese di Libera, dedicato all’impegno quotidiano contro le mafie.

Non è facile raccontare, da parte di chi è stato presente a quest’ultimo evento, l’emozione vissuta in alcuni momenti della serata.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code