Rogo ICS: revocati i divieti su ortaggi, latte, uova, frutta, verdura, acqua di pozzo e pascolamento


Alle luce dei risultati dei campionamenti, le misure suggerite dall’Asl non sono più necessarie

Alla luce dell’ultima nota inviata dall’Asl, e dei recenti risultati pubblicati dall’Arpac sulla qualità dell’aria, il sindaco Giuseppe Spagnuolo, così come i “colleghi” dei comuni interessati dal rogo dell’ICS, ha revocato le ordinanze che vietavano: Raccolta e consumo di frutta, verdura e ortaggi; l’utilizzo di acque attinte da pozzi per uso irriguo e di alimentazione zootecnica; il pascolamento sull’intero territorio comunale; l’utilizzo di latte e uova prodotti nelle aziende zootecniche ed avicole, anche se di autoconsumo.

L’allerta, ovviamente, resta alta: I controlli dell’aria, acqua e suolo nei prossimi mesi non cesseranno affatto. Anzi, gli Enti comunali coinvolti chiederanno con insistenza alla Regione una rimodulazione del piano di monitoraggio per scongiurare ogni possibile rischio futuro.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code