Riutilizzati come aule scolastiche i locali di via Appia che fino al 1995 hanno ospitato il Liceo


Il Comune ha sottoscritto il contratto di fitto per otto mesi, il sindaco Spagnuolo: «Si tratta di una ulteriore disponibilità a costo zero per il Comune in un periodo di emergenza che, in un modo o nell’altro, certamente potrà tornarci utile»

Le aule si trovano al primo piano del civico 113 di via Appia.

Quattro aule più una sala professori e relativi servizi saranno ricavati in un immobile situato al primo piano del civico 113 di via Appia: il Comune ha sottoscritto nei giorni scorsi, per l’importo di 20mila euro, il contratto di locazione, dal 1 novembre al 30 giugno 2021, con la società “Poliambulatorio Ma.Re. srl”, proprietaria dei locali che estendono su una superficie di 366 mq. e che dal 1978 al 1995 hanno ospitato una parte del Liceo scientifico statale “De Caprariis”.

Il Comune, infatti, ha ottenuto dal Ministero dell’Istruzione un finanziamento di 77.220 euro per disporre in affitto immobili da destinare ad attività didattiche sulla base di una stima del fabbisogno redatta nell’agosto scorso dall’Ufficio tecnico comunale secondo la quale, per evitare i cosiddetti “doppi turni”, sarebbero stati necessari 900 mq. da destinare alla delocalizzazione di 12 aule didattiche e relativi servizi del plesso scolastico di via Roma.

La scuola dell’Infanzia “Pascoli” sarà interessata da un intervento di efficientamento energetico.

Alla manifestazione di interesse per la messa a disposizione di immobili da destinare ad aule pubblicata dal Comune il mese scorso sono pervenute tre offerte, di cui due sono state scartate perché una relativa ad un immobile situato in un altro comune e l’altra ad un immobile privo dei requisiti per essere adibito ad attività didattiche.

Inoltre, il Comune ha ottenuto anche un finanziamento di 28.260 euro per le spese di conduzione e di adattamento, che saranno utilizzati a novembre per adeguare gli spazi, in modo da renderli disponibili alle attività didattiche a partire dal mese di dicembre.

Il sindaco Giuseppe Spagnuolo

«Da quando abbiamo richiesto e poi ottenuto i finanziamenti ministeriali – spiega il sindaco Giuseppe Spagnuolo sono cambiate molte cose nel mondo della scuola in Campania, quindi valuteremo insieme alla dirigenza dell’Istituto comprensivo quale destinazione vorremo dare a quegli spazi una volta adeguati, presumibilmente a partire dal mese di dicembre. In ogni caso, se dovesse perdurare l’attuale situazione, ovvero lo svolgimento delle lezioni a distanza per la scuola Primaria ed in presenza per la scuola dell’Infanzia, e quindi i locali di via Appia dovessero risultare inutilizzati, potremmo anche immaginare – continua il primo cittadino – di destinarli alle attività della scuola dell’Infanzia “Pascoli” di via De Curtis che a breve sarà interessata da un intervento di efficientamento energetico da circa un milione di euro. Si tratta, in buona sostanza, di una ulteriore disponibilità di aule a costo zero per il Comune – sottolinea il primo cittadino – in un periodo di emergenza che, in un modo o nell’altro, certamente potrà tornarci utile».



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code