“Regala un sorriso ad un bambino”, è cominciata la raccolta di giocattoli per i meno fortunati


Iniziativa dell’Amministrazione comunale in collaborazione con le parrocchie cittadine

Il Natale è per tutti: è questa la riflessione che ha spinto l’Amministrazione comunale ad avviare il progetto “Regala un sorriso ad un bambino”, destinato a sostenere quelle famiglie che si trovano in condizione di fragilità sociale e non possono pertanto sostenere le spese per i regali di Natale.

«Si tratta di un progetto nato in collaborazione con l’assessore alla pubblica istruzione Anna Nazzaro – esordisce la consigliera comunale delegata agli eventi Antonella Gambaleche ha immediatamente conquistato la collaborazione di tutti. E’ un’iniziativa rivolta ai bambini appartenenti a nuclei familiari che vivono situazioni di disagio. Il Natale non può essere negato a nessuno e confidiamo nel cuore dei cittadini affinché ogni bambino possa trovare sotto l’albero un bellissimo regalo».

Fondamentale per la buona riuscita dell’iniziativa la collaborazione attiva dei parroci don Fabio Mauriello e don Ranieri Picone: «I due sacerdoti hanno subito accolto l’iniziativa con felicità. Ogni cittadino, dopo aver acquistato uno o più giocattoli, consegnerà, entro il 22 dicembre, il dono ad uno dei due parroci. Successivamente, il sacerdote provvederà a consegnarlo alle famiglie coinvolte in maniera totalmente anonima così da tutelare la privacy».

«Può essere un’occasione positiva per Atripalda e per tutte quelle persone che non possono regalare un sorriso ai propri figli – conclude la delegata – speriamo che la città risponda bene a questa iniziativa a cui noi crediamo davvero tanto». 

Fortunatamente il progetto sta attirando le attenzione di gran parte della città: sono diversi, infatti, i cittadini che hanno già offerto il proprio contributo e che, soprattutto tramite i social, stanno spingendo gli altri a fare lo stesso. La speranza è che si metta in moto un vero e proprio percorso di solidarietà che regali gioia e speranza a tutti i bambini.

Inoltre, le parrocchie si sono attivate per i più bisognosi anche tramite un’altra iniziativa: dopo “i mercatini di Natale” delle famiglie ROG di Sant’Ippolisto del 1° dicembre, a partire dal 2 dicembre la Parrocchia del Carmine ha attivato la colletta alimentare che proseguirà per le quattro domeniche di Avvento.

Sara Luciano



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code