Via al concorsone della Regione Campania, pubblicati questa mattina i primi due bandi


Entro l’8 agosto il termine per presentare la domanda: disponibili 2.175 posti per diplomati e laureati, senza limite di età. Il Comune di Atripalda assumerà dodici impiegati

Sono stati pubblicati ieri sera i primi due bandi lavoro della Regione Campania. Diplomati e laureati – non è previsto alcun limite di età – entro l’8 agosto potranno inoltrare la propria domanda di partecipazione alle selezioni tramite la piattaforma www.ripam.cloud.

Le prove pre-selettive verranno effettuate tra fine agosto ed inizio settembre presso la Mostra d’Oltremare a Napoli. Per chi supererà la prima prova, ne seguirà un’altra. Successivamente i selezioni effettueranno un tirocinio formativo retribuito per dieci mesi presso i Comuni e gli Enti preposti (166 gli Enti che in questa prima fase hanno delegato la Commissione RIPAM a selezionare nuovo personale tramite la procedura del concorso). Esauriti i dieci mesi, verrà sostenuto un colloquio finale e quindi l’assunzione a tempo indeterminato (maggiori informazioni sono disponibili sul sito del Formez e della Regione).

Il primo bando, per titoli ed esami, prevede l’assunzione di 950 posti di personale non dirigenziale, Categoria D, a tempo indeterminato. Di questi, 328 posti saranno assegnati presso la Regione Campania, altri 15 presso il Consiglio Regionale della Campania, e 607 presso altri enti locali della Regione Campania.

Il secondo bando, per esami, prevede la copertura di altri 1.225 posti a tempo indeterminato, di cui 187 posti presso la Regione Campania, altri 18 posti presso il Consiglio regionale della Campania e i restanti 1.020 posti presso gli enti locali della Regione Campania stessa . Gli altri bandi dovrebbero essere pubblicati entro la prossima primavera-estate, fino ad arrivare all’obiettivo dei 10mila nuovi assunti nelle PA campane.

Il Comune di Atripalda assumerà complessivamente dodici impiegati:

1 Funzionario amministrativo (D1);

1 Funzionario specialista in attività culturali (D1);

1 Funzionario specialista tecnico (D1);

3 Istruttore di vigilanza (C1);

1 Istruttore socio-assistenziale (C1);

1 Istruttore contabile (C1);

1 Istruttore amministrativo (C1);

2 Istruttore tecnico (C1);

1 Istruttore informatico (C1).

 

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code