L’«attesa» di Francese finisce sul Corriere


La 30enne è il soggetto della foto a corredo del racconto di Bottone pubblicato sul primo quotidiano nazionale

Foto scattata da Alessandro Gattuso

Un altro pezzo d’arte con protagonista una giovane artista atripaldese riesce ad approdare all’attenzione di lettori nazionali. Dopo le liriche di Federico Preziosi e il recente progetto #CperCultura di Alessia Capasso, è toccato questa volta a Mariarosaria Francese “posare” sulle pagine culturali del primo quotidiano nazionale, il ​Corriere della Sera​, precisamente la scorsa domenica 18 ottobre. Mr Francese – questo il suo nome d’arte – ha pubblicato sul suo profilo Instagram la bella pagina del ​Corsera ​che la ritrae fotograta da Alessandro Gattuso – fotografo e filmaker, amico e collega napoletano presso l’Accademia di Belle Arti – a corredo di un racconto firmato da Vladimiro Bottone dal titolo “Le ore dell’attesa”. La foto in bianco e nero è stata estratta dal progetto fotografico sviluppato nel “Laboratorio irregolare”, sempre a Napoli, curato dall’artista casertano Antonio Biasiucci, ed ha visto la luce circa un anno fa. Ritratta in primo piano, seduta su un letto mentre abbraccia un cuscino con lo sguardo dritto in macchina, per l’occasione Mariarosaria si è spostata dallo svolgere il ruolo dell’autrice a quello dell’oggetto, della modella.

“​Era una casa tipica napoletana​ – scrive Francese – ​con soffitti alti e con ancora lasensazione che chiunque abbia vissuto in quella casa fosse ancora lì con te a​​vedere cosa facevi e come ti muovevi in quel luogo che stava vivendo semplicemente altre storie, altri progetti. E’ stata una bellissima giornata con tanti amici e libertà d’espressione​”.

Classe ’90, figlia del compianto maestro grafico, il professor Enzo Francese, Mariarosaria ha sempre coltivato la sua vena artistica fin da piccola spaziando dal disegno alla pittura, per finire recentemente al fumetto e all’illustrazione. Muovendo i primi passi proprio all’Istituto d’Arte di Tuoro Cappuccini, Mr Francese ha proseguito i propri studi laureandosi presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli, indirizzo “decorazione”, specializzandosi nella pittura e in particolar modo nei ritratti. Passione che l’ha condotta a proseguire lo studio dei personaggi e delle figure umane presso la Scuola Internazionale di Comics. Membro attivo del Forum dei Giovani e protagonista tra gli altri dei lavori di recupero della Piazzetta degli artisti, Mariarosaria ha dedicato gli ultimi tre anni impegnandosi in questo percorso nuovo, coraggioso e stimolante dei Comics – come ci ha raccontato lei stessa – che ha potuto concludere per fortuna in presenza a Napoli proprio lo scorso settembre. Oltre ad alcune opere ospitate in mostre apprezzate ad Avellino e provincia e nella stessa Napoli, ci auguriamo che siano finite per lei “le ore dell’attesa” del grande pubblico, lo scenario che si merita.

Marco Monetta



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code