Installazione luci di Natale, gara aggiudicata. Musto: «Abbiamo mantenuto l’impegno preso»


Sarà la ditta Cella di Serino a montare le luminarie, l’assessore soddisfatto smorza le polemiche: «Dispiace che il clima di condivisione sia venuto meno, speriamo che la concorrenza fra le varie strade porterà all’organizzazione di eventi di grande qualità nell’interesse della città»

Sarà la ditta Cella Giuseppe di Santa Lucia di Serino ad installare le luminarie natalizie ad Atripalda: è questo il risultato della gara (la seconda) da 15.541 euro che l’Amministrazione comunale ha effettuato attraverso il Mepa (Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione) nei giorni scorsi per l’affidamento della fornitura.

A confermare l’aggiudicazione è l’assessore al commercio Mirko Musto: «Alle ore 12:00 di questa mattina scadeva il termine fissato per la presentazione delle offerte e l’unica pervenuta, fra le 54 ditte iscritte al Mepa, è stata quella di Cella Giuseppe, per un importo leggermente inferiore a quello posto a base di gara. L’aggiudicazione, perciò, è regolarmente avvenuta e con ogni probabilità già lunedì comincerà anche l’installazione».

In realtà la gara terminata stamattina non è stata l’unica perché già in precedenza l’Amministrazione ne aveva promosso un’altra, con scadenza alle ore 12:00 di mercoledì scorso, andata deserta: «La prima gara non è andata a buon fine – spiega l’assessore – perché, evidentemente, la fornitura richiesta non è stata ritenuta congrua rispetto all’impegno di spesa. Ed, infatti, nella seconda gara, lasciando invariato l’importo, abbiamo ridotto la fornitura e la gara è andata a buon fine».

In che cosa è consistita la riduzione della fornitura è proprio l’assessore a spiegarlo: «Abbiamo dovuto necessariamente tagliare di un 30% circa la fornitura inizialmente prevista. I lacci, per esempio, sono scesi da 160 a 100, le stelle piccole da 160 a 100 e le stelle grandi da 80 a 50, gli alberi da 62 a 35. Contiamo di coprire, comunque, tutte le principali strade della città e di accendere le luminarie entro l’8 dicembre».

La città, dunque, dopo dieci anni, si ritroverà sotto lo stesso tetto di luci, anche se l’idea iniziale di vedere i commercianti uniti non si è concretizzata: «Sono sinceramente rammaricato – afferma Musto – del fatto che i commercianti non abbiano trovato una sintesi, anche perché quando, in qualità di assessore al commercio, sono stato invitato alle prime riunioni, nel corso delle quali è stato chiesto all’Amministrazione comunale uno sforzo economico superiore a quello degli anni passati, avevamo accettato la richiesta proprio per non spegnere lo spirito di condivisione collettiva che si stava riaccendendo dopo diversi anni. Poi sono intervenute altre valutazioni, che rispetto ma che non condivido perché per l’Amministrazione comunale i commercianti sono tutti uguali. In ogni caso, per il bene della città e di tutti i commercianti, abbiamo deciso di non cambiare la nostra posizione e di mantenere l’impegno assunto finanziando interamente le luminarie. Vorrà dire che la concorrenza che si verrà a creare fra le diverse strade, insieme alle risorse economiche che saranno investire dai commercianti, porteranno alla organizzazione di eventi ed intrattenimenti di qualità nell’interesse di tutta la città».

Il calendario degli eventi ancora non è stato confermato mentre l’assessore Musto conferma che, dopo la pausa dello scorso anno, tornerà in Piazza Umberto I la pista di pattinaggio sul ghiaccio: «La settimana appena trascorsa è stata dedicata alle luminarie, nella prossima definiremo i dettagli per l’installazione della pista. Non credo che ci saranno particolari problemi con il proprietario perché abbiamo già raggiunto un accordo di massima che dobbiamo solo formalizzare».



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code