Fra passione e devozione, il nome di San Sabino sulle maglie dell’Avellino grazie al dott. Aquino


Il chirurgo maxillo facciale ha sponsorizzato l’Us Avellino con il suo ambulatorio specialistico intitolato al santo patrono

C’è un pezzo di Atripalda sulle maglie ufficiali dell’Us Avellino Calcio 1912. Dalla gara casalinga del 16 dicembre scorso disputata contro il Monopoli (vinta dai “lupi”) compare sulla manica sinistra della divisa dei biancoverdi il logo del C.C.O. San Sabino, il Centro chirurgico odontoiatrico del dott. Sabino Aquino, 53 anni, atripaldese doc, affermato chirurgo maxillo facciale.

«E’ un atto d’amore verso la mia squadra del cuore» ha spiegato il dott. Aquino, che con questo gesto ha messo insieme la passione per i colori biancoverdi e la devozione per San Sabino, a cui è intitolato l’ambulatorio specialistico di via Tufara, davanti al quale il dott. Aquino ha fatto realizzare nel settembre 2014 una statua di bronzo del santo patrono della città di Atripalda alta più di un metro.

Dopo gli studi universitari e le varie specializzazioni conseguite a Napoli, il dott. Aquino è tornato stabilmente ad Atripalda nel 2001 dimostrando sin da subito che, nonostante 15 anni vissuti fra Napoli e Gragnano, l’attaccamento e la devozione al santo patrono nati sin da quando era ragazzino non si erano allentati, semmai rafforzati, facendosi promotore iniziative benefiche e religiose ed entrando a far parte del comitato festa San Sabino.

Legatissimo al diesse Salvatore Di Somma, così come a tanti altri membri dello staff dirigenziale dell’Us Avellino, non è la prima volta che il nome di Sabino Aquino viene accostato a quello della squadra. Nel novembre 2019, infatti, il medico venne indicato quale riferimento locale di una cordata di imprenditori intenzionata ad acquisire le quote di maggioranza della società biancoverde, prima che il pacchetto azionario fosse rilevato dall’imprenditore Angelo Antonio D’Agostino, attuale presidente del sodalizio sportivo. Due destini, quello del chirurgo atripaldese e quello dei “lupi”, che oggi s’incrociano con… la benedizione di San Sabino.



0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments