Ex “Volto Santo”, il Comune pubblica il bando per realizzare un Centro sociale per anziani


L’immobile di via Rapolla concesso a titolo gratuito per sei anni. Domande entro il 9 giugno, potranno concorrere solo gli enti iscritti al registro regionale del volontariato

La struttura è stata finanziata dieci anni fa

Il Comune è alla ricerca di un’organizzazione di volontariato a cui affidare la gestione dell’immobile in via Rapolla – in comodato d’uso gratuito per sei anni e con la possibilità di proroga per altrettanti anni – per realizzare un Centro sociale polifunzionale per anziani a ciclo semiresidenziale. L’obiettivo, infatti, è quello di attivare e promuovere l’inclusione sociale delle persone con un’età di almeno 65 anni e residenti nell’ambito territoriale del Consorzio dei servizi sociale A/5.

Innanzitutto in cosa consiste un Centro sociale per anziani: Si tratta di un servizio a ciclo semiresidenziale riservato a persone ultrasessantacinquenni autonome o semiautonome. Il centro deve svolgere le proprie attività per un minimo di 4 ore e fino ad un massimo di 10 ore giornaliere per almeno 5 giorni alla settimana. Le attività dovranno consistere in: servizi finalizzati a favorire la permanenza degli anziani nel proprio ambiente di vita, attività laboratoriali, culturali e ricreative, corsi di ginnastica dolce ed un programma di scambio delle competenze tra gli utenti.

Soggetti ammessi a partecipazione: Le organizzazioni che potranno presentare la propria candidatura, entro le ore 12:00 del 9 giugno, dovranno essere “senza scopo di lucro” (ad esempio associazioni di promozione sociale o cooperative sociali) e risultare iscritte nel “Registro regionale delle organizzazioni di volontariato della Regione Campania” da almeno sei mesi (oltre a possedere il riconoscimento della personalità giuridica ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica del 10 febbraio 2000 ed essere attivi da almeno un anno con lo svolgimento di attività coerenti con la finalità del progetto).

Destinazioni d’uso e autorizzazioni concedibili: L’immobile sarà concesso in comodato d’uso gratuito nello stato di fatto e di diritto in cui si trova. Qualsiasi altro intervento – dalla richiesta di concessioni edilizie a lavori di manutenzione straordinaria – sarà a carico del soggetto aggiudicatario. A carico del Comune soltanto la manutenzione straordinaria che non costituisce interventi di valorizzazione del bene, le utenze relative ai consumi elettrici, acqua e condizionamento e tutte le imposte e tasse riconducibili al proprietario dell’immobile. Per quanto riguarda le destinazioni d’uso, l’assegnazione dell’immobile è ovviamente subordinata alla realizzazione di un Centro per anziani. L’organizzazione, però, potrà utilizzare l’immobile anche per lo svolgimento, in via complementare, di attività istituzionali ed eventuali servizi onerosi in favore degli anziani.

Modalità di presentazione delle richieste di assegnazione: Le domande dovranno essere presentate entro le ore 12:00 del 9 giugno. Queste le modalità di presentazione: tramite servizi postali oppure consegna a mano all’Ufficio Protocollo (nell’avviso ulteriori dettagli sulla documentazione da allegare). L’apertura delle domande, dunque, verrà effettuata da una commissione il 18 giugno alle ore 10:00 presso il Municipio. Il punteggio massimo che potrà raggiungere ogni organizzazione sarà pari a 100 e sarà determinata da alcuni requisiti, come la storicità dell’organizzazione, la capacità associativa e l’esperienza nella gestione delle attività a favore della terza età.

Dopo la stipula della convenzione, il soggetto aggiudicatario avrà 90 giorni per avviare le attività ed i servizi indicati dal progetto. L’Amministrazione, comunque, si riserva la facoltà di sciogliere la convenzione nel caso in cui dovessero verificarsi eccezionali situazioni, come lo scioglimento dell’organizzazione oppure una destinazione degli spazi diversa da concessa.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code