Ecco l’elenco dei lavori che in cento giorni cambieranno il volto della biblioteca comunale


Nota del sindaco Spagnuolo e del consigliere delegato Antonacci: «Intervento prioritario»

Con decreto della Direzione generale per gli incentivi alle imprese del Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) del 14 maggio 2019 è stato assegnato al Comune di Atripalda un contributo economico, per “interventi di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile”.

L’Amministrazione Comunale, guidata dal Sindaco Giuseppe Spagnuolo in collaborazione con il delegato ai LL.PP. Salvatore Antonacci, ha incaricato l’UTC di verificare se esistessero le condizioni per “riqualificare” la Biblioteca Comunale “Leopoldo Cassese” con il contributo sopra descritto, ritenendo tale intervento prioritario rispetto ad altri possibili interventi ritenuti ammissibili dalle note ministeriali.

I lavori, finanziati con il contributo stanziato per il comune di Atripalda dall’art. 30 D.L. 30 aprile 2019 n.34 – “fondo sviluppo e coesione” –, successivamente convertito con legge n° 58/3019, hanno avuto formale inizio il 30 dicembre 2019 e pertanto entro il termine stabilito dalla legge che ha assegnato il contributo statale.

Il termine di inizio lavori relativo alla realizzazione delle opere, prorogato al 31 dicembre 2019, ai sensi dell’art. 15 della legge 2 novembre 2019, n° 128, impone, come da Decreto, l’immediato inizio dei lavori pena l’annullamento del finanziamento ottenuto.

Pertanto la biblioteca comunale resterà chiusa per lavori di ammodernamento dell’impianto elettrico e adeguamento antincendio a far data dal 7 gennaio 2020, il Sindaco, con provvedimento prot. 38965 del 30.12.2019, ne ha disposto la momentanea chiusura per il tempo strettamente necessario all’esecuzione delle opere progettate.

Il termine contrattualmente stabilito per l’esecuzione dei lavori è di cento giorni naturali e consecutivi, per cui all’inizio di aprile saranno riconsegnati alla collettività i locali delle biblioteca comunale opportunamente adeguati.

Il progetto prevede il collegamento alla rete idrica comunale dell’impianto antincendio con l’istallazione di idranti e dei rilevatori di fumo. E’ altresì previsto l’adeguamento dell’impianto delle luci di emergenza con l’indicazione delle vie di fuga. Inoltre si procederà alla sostituzione del quadro elettrico generale con la creazione di due distinti sottoquadri in luogo dei due distinti quadri elettrici di cui è ad oggi dotata la struttura.

Si procederà inoltre alla sostituzione dell’intera linea elettrica e ad altri piccoli interventi edili oltre quelli di adeguamento alla normativa antincendio.

Infine, in considerazione della disponibilità economica, si procederà alla sostituzione nelle sale di lettura dei corpi illuminanti esistenti con corpi a LED, secondo il calcolo illuminotecnico di progetto.

Il Sindaco

Giuseppe Spagnuolo

Il Delegato ai LL.PP.

Salvatore Antonacci



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code