Dopo tre mesi domani mattina torna il mercato settimanale accorpato nel Parco delle Acacie


Tutte le bancarelle troveranno posto all’interno dell’area fieristica rimessa a nuovo, a pochi metri duecento posti auto. Musto: «Invito tutti a visitare la nostra fiera del giovedì perché non resterete delusi»

Il conto alla rovescia è finito: dopo circa tre mesi di stop forzato causato in larga parte dall’emergenza sanitaria, domani, giovedì 11 giugno, ad Atripalda riapre il mercato settimanale. Un lungo periodo di sospensione dell’attività commerciale durante il quale, però, l’Amministrazione comunale ne ha approfittato per implementare la messa in sicurezza di Parco delle Acacie, dove troveranno posto tutte le bancarelle restituendo, così, via San Lorenzo al traffico veicolare.

Le bancarelle verranno accorpate all’interno del Parco e nelle sue immediate pertinenze, posizionate a seconda della categoria merceologica: i 31 alimentaristi saranno collocati nella strada di servizio, gli 84 non alimentaristi troveranno posto, invece, all’interno del Parco insieme ai 5 vivaisti ed ai 6 agricoltori. Due parcheggi, inoltre, per complessivi duecento posti auto ospitati nell’area sia adiacente che prospiciente il Centro PMI e distanti poche decine di metri dall’area fieristica completano l’offerta dei servizi riservati all’utenza del mercato settimanale.

«Finalmente siamo pronti – commenta soddisfatto l’assessore al commercio Mirko Musto -. Dopo mesi di impegno siamo riusciti a dare al mercato settimanale di Atripalda un nuovo assetto, più ordinato e con maggiore sicurezza per tutti. A nome dell’Amministrazione comunale invito sia i cittadini di Atripalda che dell’hinterland a visitare la nostra fiera perché sono convinto che noteranno il salto di qualità che meritava in attesa di affrontare la seconda e ancor più impegnativa sfida: quella del ritorno delle bancarelle nel centro della città».

Giovedì mattina, infine, alle ore 10:30, è prevista la “benedizione” del nuovo mercato da parte dei due parroci della città, don Fabio Mauriello e don Ranieri Picone, alla presenza del sindaco Giuseppe Spagnuolo e dell’Amministrazione comunale.

Comunicato Stampa



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code