Conti in rosso, il Comune prova per la terza volta a vendere il Mercatino rionale di via Caracciolo


Il piccolo centro commerciale all’asta per 616mila euro dopo i tentativi falliti del 2014 e del 2016

Il mercatino ha una superficie di 770 mq. ed è composto da 11 box, 2 bagni e 2 depositi (foto di Antonio Cucciniello)

Provare a finalizzare la vendita del mercatino rionale e risanare i conti del bilancio in rosso: è questa l’intenzione manifestata dall’Amministrazione con la pubblicazione dell’avviso di vendita della struttura in via Marino Caracciolo per un prezzo a base d’asta di 616.000 euro. Il sito verrà venduto “a corpo” e, come indicato nell’avviso, “nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, con tutti i diritti, ragioni, azioni, servitù attive e passive”.

I numeri del mercatino: La struttura – avente una superficie di 770 mq – è suddivisa in otto box da 26 mq., tre box da 52 mq., due bagni, due depositi e una superficie comune di circa 400 mq. Il prezzo a base d’asta di 616.000 euro è stato ricavato da una stima dell’Ufficio Tecnico secondo la quale ognuno dei 770 metri quadrati che compongono la superficie coperta del mercatino ha un valore di almeno 800 euro.

Le tempistiche: I soggetti interessati dovranno far pervenire la propria richiesta all’Ufficio Protocollo entro le ore 12:00 del 22 ottobre. L’asta a luogo pubblico verrà svolta il 23 ottobre, alle 10:00, presso la sede comunale.

Non è il primo tentativo di vendita del mercatino: Soltanto la scorsa maggioranza, guidata da Paolo Spagnuolo, provò a venderlo per ben due volte. Il primo tentativo nel 2014: stesso prezzo a base d’asta ma nessuna offerta. In precedenza, l’Amministrazione, inutilmente, invitò i locatari ad avanzare la propria disponibilità ad acquistare il box assegnato. Anzi, in quella occasione, i locatari espressero pubblicamente tutte le loro perplessità per la decisione di vendere l’immobile assunta dalla giunta comunale perché di fatto, non avendo l’intenzione o la possibilità di spendere almeno 42mila euro per un box, si sarebbero trovati presto sbattuti fuori. Nel dicembre 2016, infine, nuovo bando di vendita: stavolta a singolo lotto, ma con il prezzo complessivo sempre fissato a 616.000 euro. A vuoto anche questo tentativo.

Chissà se il terzo bando sarà quello fortunato: quel che è certo è che l’Ente necessita di forti entrate per risanare le proprie casse. In questa ottica, ad ottobre, dovrebbe essere pubblicato anche il bando di vendita del Centro Servizi in via San Lorenzo per un importo di 2.450.000,00 euro. Ma questa è un’altra storia.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code