C’era una volta… il cinema Ideal, venerdì pomeriggio dibattito pubblico


Sfumata la possibilità di attingere a finanziamenti pubblici, nella chiesa di San Nicola da Tolentino gli eredi Troncone si confronteranno col sindaco Spagnuolo, con il prof. La Sala e l’ing. Adamo e quanti vorranno partecipare alla discussione sulle prospettive della storica struttura

Esperienze, aneddoti, speranze, storie: l’ex cinema Ideal genera ancora questo ed altro nel tessuto sociale della città che ricorda i tempi, i bei tempi, in cui ad Atripalda c’era un cuore pulsante. Il dibattito di venerdì prossimo, organizzato nella chiesa di San Nicola, in collaborazione con la Pro Loco e la confraternita di Santa Monica, sarà l’occasione per rimettere al centro del confronto un simbolo vero della nostra città con l’ambizione di riuscire ad immaginarne una possibile prospettiva.

Alcuni dei proprietari, in particolare i cugini Ettore e Raffaele Troncone, il sindaco Spagnuolo, l’ex assessore Adamo ed il prof. La Sala proveranno ad intavolare una discussione aperta alle riflessioni ed alle provocazioni del pubblico. Sfumata la possibilità di attingere a finanziamenti pubblici per riattivare la storica sala cinematografica qual è il suo destino? I proprietari sostengono che, a questo punto, solo il Comune possa fare qualcosa, acquistando l’immobile per ristrutturarlo e metterlo al servizio della città sulla scia dell’esempio di Ariano Irpino. Oppure sempre il Comune potrebbe decidersi a rimuovere il “vincolo” sulla destinazione urbanistica a cinematografo imposto nell’atto di vendita dal Consiglio comunale nel ’51 e riaffermato anche in epoca recente durante l’amministrazione Capaldo che, di fatto, ha reso la struttura senza mercato e senza futuro.

Una spirale da cui negli ultimi trent’anni non si riesce ad uscire e che determina il progressivo decadimento di una struttura che non è ancora arrivata ai titoli di coda.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code