Decine di buste sospette nell’ex scuola di rampa S. Pasquale ormai divenuta una bomba ecologica


Le segnalazioni di alcuni residente raccolte da Telenostra, impressionante lo spettacolo che si disvela oltrepassando le mura del plesso dismesso

Le decine di buste sono appoggiate sui gradini di una rampa di scale.

Impressionante accumulo di buste sospette all’interno dell’ex scuola elementare di rampa San Pasquale: è questa la scoperta realizzata in seguito a segnalazioni giunte all’emittente televisiva “Telenostra/Primativvù”. Diversi residenti, preoccupati, hanno rivelato che durante la notte la struttura è preda di diversi ragazzi, i quali guadagnano facilmente l’accesso, mai blindato dal Comune nonostante un adolescente, nel 2017, praticando parkour, precipitò dal tetto. Senza dimenticare che c’è anche chi entra addirittura con le chiavi.

Difficile stabilire il contenuto anche se l’impressione è che si tratti di deiezioni canine.

All’interno dell’ex scuola, inoltre, si registra la preoccupante presenza di una siringa, presumibilmente appartenente ad un tossico. Ai fianchi delle scale, poi, l’incredibile scoperta: decine, forse centinaia, di buste ben sigillate e apparentemente messe in ordine. Sarebbe il caso che gli organi preposti al controllo facciano degli esami approfonditi sulle buste per verificarne con accuratezza il contenuto. E probabilmente non è neanche troppo azzardato immaginare addirittura che possano contenere droga. A destare maggiore preoccupazione, se possibile, è la disarmante semplicità con cui si può accedere all’ex scuola. Il cancello principale, infatti, risulta forzato e anche le barriere laterali possono essere scavalcate senza difficoltà.

Il degrado della struttura è impressionante.

Nella mattinata di ieri, proprio a seguito del servizio mandato in onda da Telenostra, c’è stato un sopralluogo dei Vigili urbani, in quali hanno verificato lo stato di degrado assoluto in cui versa la struttura e prelevato anche uno dei sacchetti sospetti per farlo analizzare. L’impressione è che si tratti di deiezioni canine. Il sindaco Giuseppe Spagnuolo, da parte sua, ha assicurato che presto l’edificio sarà chiuso, bonificato e messo in sicurezza.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code