Cade e poi muore, aperta un’inchiesta


La Procura indaga sul decesso di Giuseppe Loffredo, 68 anni, avvenuto dopo diciassette giorni di ricovero al Moscati

L’esatta dinamica dei fatti ancora non è stata accertata (foto di Antonio Cucciniello)

Sono stati celebrati ieri pomeriggio i funerali di Giuseppe Loffredo, 68 anni, morto domenica 24 novembre dopo una degenza durata diciassette giorni presso l’ospedale “Moscati” ad Avellino. Sulle cause della scomparsa del 68enne indaga la Procura, che ha aperto un’inchiesta- per ora nei confronti di ignoti- a seguito della denuncia presentata dalla famiglia del defunto sia contro il Comune, a cui sarebbe stata contestata la cattiva condizione in cui verserebbe la pavimentazione del Parco delle Acacie, luogo dove è caduto Loffredo, che contro l’ospedale.

Il sostituto procuratore, Fabio Massimo Del Mauro, venerdì, ha nominato il medico legale, Fabio Policino, un anatomopatologo e un altro specialista che entro sessanta giorni chiariranno le cause che hanno provocato la morte di Loffredo e soprattutto accerteranno se ci siano state eventuali responsabilità dirette ed indirette.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, giovedì 7 novembre, mentre passeggiava al mercato insieme alla moglie, Giuseppe sarebbe inciampato all’interno del parco, rendendo necessario l’intervento del pronto soccorso. Ricoverato, Giuseppe non ce l’ha fatta. La famiglia, oltre a denunciare il Comune (a cui non è stato notificato ancora nulla) avrebbe denunciato anche l’ospedale che non avrebbe prestato le cure necessarie per salvare la vita di Loffredo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code