Antonacci getta la spugna, l’assessore Del Mauro probabile nuovo capogruppo di maggioranza


L’esponente del Partito democratico ha protocollato le dimissioni pur confermando lealtà al sindaco. Domani sera in Consiglio comunale la conferma dell’avvicendamento

(foto Antonio Cucciniello)

Come era lecito attendersi dopo la pesante batosta elettorale, il consigliere comunale Salvatore Antonacci si è dimesso dalla carica di capogruppo consiliare di “Scegliamo Atripalda”, un nome diventato improvvisamente un po’ più difficile da esibire.

Troppo pesante da digerire l’esito elettorale e troppo inequivocabile l’atto di sfiducia personale e politica che i colleghi di maggioranza hanno riservato all’esponente del Partito democratico per farlo restare un giorno in più in un ruolo diventato imbarazzante.

Il consigliere Antonacci, candidato non eletto al Consiglio provinciale, scaricato dal suo stesso partito che non gli ha fatto arrivare, per esempio, neanche un voto da Avellino, è stato ulteriormente mortificato da un risultato che lo ha relegato agli ultimi posti della sua lista soprattutto a causa dei pochissimi voti, appena quattro su undici, ricevuti dai propri colleghi di maggioranza.

E Antonacci, già all’indomani dello scrutinio, pur confermando lealtà al sindaco, ha protocollato le proprie irrevocabili dimissioni dal ruolo di capogruppo aprendo di fatto una crisi in maggioranza. Che tipo di crisi è ancora presto per dirlo, perché se è vero che sul piano numerico non ci dovrebbero essere scossoni, è altrettanto vero che sul piano personale i rapporti non potranno essere più gli stessi di prima, mentre è ancora presto per tirare le somme delle conseguenze sul piano politico. Molto dipenderà anche da se e come il sindaco Spagnuolo, al quale spetta la responsabilità di avviare e gestire le consultazioni, riuscirà ad indicare un sostituto, soprattutto se dovesse seguire la regola non scritta che il ruolo di capogruppo non dovrebbe mai sovrapporsi a quello di assessore, per non sommare due ruoli completamente diversi. Ed invece tutto lascia pensare che, dopo una fitta serie di incontri, l’indicazione potrebbe cadere sull’assessore Massimiliano Del Mauro, certamente dotato della necessaria esperienza sia politica che amministrativa per assumere il compito di rappresentare adeguatamente la maggioranza. Fra i consiglieri comunali, invece, figurano amministratori alla prima esperienza come Gambale, Pesca, De Vinco e De Venezia, se escludiamo Moschella dimessosi dalla carica di assessore proprio per alleggerire il carico di tensione e per seguire una impegnativa cura medica.

La conferma delle indiscrezioni che filtrano da Palazzo di Città, se nel frattempo non avrà avuto successo il tentativo di far recedere Antonacci dalle proprie intenzioni, dovrebbe arrivare domani sera in Consiglio comunale, convocato alle ore 19:00 dal sindaco Giuseppe Spagnuolo per discutere e deliberare sui seguenti argomenti: lettura ed approvazione dei verbali delle sedute precedenti; approvazione del bilancio consolidato dell’esercizio 2017; piano di alienazione e dismissione dei beni del Patrimonio Comunale dell’anno 2018; attribuzione a titolo non oneroso dei beni di proprietà statale e rinnovo della commissione locale per il paesaggio con la conseguente approvazione del regolamento per la disciplina della commissione.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code